Intervista HeadLess Cross Con Tony Martin (2013)


LRI:   Tornando indietro un po ‘, è stato detto più volte che Randy Rhoads non era un fan di Ozzy o Sabbath prima di lavorare con Ozzy.   Quanto sei interessato alla loro musica prima di sostituire Ray Gillan durante le sessioni di Eternal Idol, l’idea di essere la cantante del Sabbath sembra logica per te?

Tony:   Ho portato la mia prima ragazza a vedere Sabbath quando avevo 14 anni.   Ricordo di aver pensato quanto fossero cattivi e grandi allo stesso tempo (ride).   Pensavo nel mio modo di “gioventù sbagliata” che se il cantante fosse caduto dal palco e non potesse continuare mi alzavo e lo facevo ……   Ma non ho mai pensato davvero   voluto   un giorno!!!!!

LRI :    The Shining” è una di quelle tracce classiche che non possono essere dimenticate e la tua band “Headless Cross” continua ad esibirsi fino ad oggi.   Hindsight è 20/20 e gran parte del materiale della tua era, incluso quell’album, viene ora celebrato tutti questi anni dopo.   Hai mai avuto la sensazione che ci fosse qualcosa di speciale in “The Shining” o in una delle tracce di Idol?
 
Tony:   O si!   Era tutto molto importante e lo è ancora.   Sai quando sei un musicista che scrive il tuo lavoro è come tuo figlio.   Anche se l’album “Eternal Idol” è stato scritto prima di arrivarci, per me è ancora come un figlio adottivo.
LRI:   Ad oggi molte persone inizieranno le discussioni includendo il seguito “Headless Cross” nella loro top 5   Album del Sabbath di tutti i tempi.   Ha canzoni memorabili e un sacco di quei toni occulti / cattivi che la gente ama della band.   Pensi che sia stato il songwriting a rendere “Headless Cross” speciale per molti o le performance di quella formazione killer durante quell’epoca?

Tony:   Sono sicuro che il mio stile di scrittura è stato ciò che ha fatto funzionare quell’epoca.   Sono studioso e molto determinato sul fatto che i testi funzionino, lì   ha   essere una storia credibile e se anche solo una parola non funziona, mi siederò per le SETTIMANE per far funzionare i testi anche a rischio di cambiare il resto della canzone !!!   Penso che lo sforzo e l’attenzione ai dettagli sullo spettacolo dell’album “Headless Cross”, la gente me lo dica comunque.

LRI:   C’erano molti grandi giocatori con cui hai lavorato nella band, hai avuto un ottimo rapporto di lavoro con il tastierista Geoff Nicholls, ma hai anche lavorato con grandi come Cozy Powell e Neil Murray, Geezer e persino Bill Ward per un breve periodo.   Le modifiche alla formazione sembrano disturbare la band da un punto di vista creativo o di performance e pensi che Geoff sia stato trattato ingiustamente a volte dall’organizzazione?

Tony:   Oh 2 domande lì.   Geoff è stato trattato come era perché i creatori di immagini a volte Iommi , a volte il management cercava sempre di rendere credibile la band LOOK.   Il pensiero era che l’unica cosa che NON è solitamente associata a Sabbath è un tastierista.   Quindi è stato deciso che Geoff sarebbe rimasto fuori dal palco, MA Geoff ha avuto molto da fare nella band ed è stato un amico intimo di Iommi che sarebbe stato portato sul palco fino a quando non avrebbero combattuto di nuovo con la cosa Image e Geoff sarebbe di nuovo fuori dal palco.   Non penso che sia mai stato davvero risolto, ma nessuno dovrebbe dubitare del contributo di Geoff a Sabbath !!!!!!!    Era assolutamente GIUSTO in là !!!!! MOLTO influente.

http://www.legendaryrockinterviews.com/wp-content/uploads/2013/02/Tony-live-in-sunCity-1987.jpg

I Black Sabbath vivono a Sun City nel 1987

LRI: In retrospettiva, mi è piaciuta subito la copertina sull’album “TYR”, mentre la musica ha richiesto del tempo per crescere su di me.   Pensi che alla band piacesse essere un po ‘sperimentale nell’album “TYR” dopo un album così semplice come “Headless Cross”?

Tony:   Penso che “TYR” fosse solo un’altra avventura nello sconosciuto musicale dei Black Sabbath. L’immagine di copertina ci è stata data dalla direzione che ha inventato il nome perché avevo scritto una canzone sui vichinghi .   Niente è inteso in entrambi i modi ma sì, molto piacevole.

D:   L’album “Cross Purposes” e il DVD live sono sicuramente uno dei tuoi punti salienti e l’album sicuramente avrebbe potuto suonare meglio se il clima fosse migliore per la musica pesante in generale.   Il livello di comfort e la chimica sono stati buoni durante l’era “Cross Purposes”?

Tony:   Il fatto è che il periodo sta facendo   ” Cross Purposes” era prevedibilmente scomodo e inquietante come sempre, è stato messo insieme INSIEME !!   La moglie di Geezer Butlers, Gloria, è diventata parte del team di gestione e ha ottenuto molto “Cliquey” e c’erano anche 5 manager, quindi è stato un po ‘confuso e questo lo ha reso un PICCOLO colpetto spinale!   Per tutto ciò,   è stato comunque un ottimo prodotto e sono molto orgoglioso di aver scritto quell’album.

http://www.legendaryrockinterviews.com/wp-content/uploads/2013/02/tony-bill-300x202.jpg

Sabbath con Tony Martin e Bill Ward

LRI:   Sei molto schietto con i fan che hanno supportato e continuato a supportarti durante la tua carriera.   Pensi che la situazione attuale con Bill Ward e la situazione del Sabbath sia una delle cose più controverse o difficili che i fan hanno dovuto inghiottire nel corso degli anni?    
Tony:   La cosa di Bill Ward è strana perché loro   sempre   amato Bill.   In realtà, non hanno mai avuto una brutta cosa da dire su di lui, quindi non capisco perché non vorranno prendersi del tempo per farlo tornare all’ovile.   Se avesse avuto dei problemi Non riesco a vedere come un periodo di prove e aiuto da parte sua band non li avrebbe fissare e se di soldi allora CHE CAZZO ??.   È il batterista originale, quindi sì dovrebbe essere dato un buon taglio di qualunque cosa,   MA   Non sono al corrente delle conversazioni tra di loro, quindi non lo so davvero.   Vedo gruppi come Def Leppard il cui batterista ha avuto un braccio rotto a RIPPED in un incidente d’auto e hanno aspettato ANNI fino a quando non ha sviluppato un drum kit che poteva suonare con ONE ARM !!!!!   Dedizione straordinaria, che dimostra così bene che nulla è impossibile in questi giorni.   È per questo che non capisco la cosa di Bill Ward.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *